Ficcanaso

Ficcanaso

TIPOLOGIA: LAMBRUSCO DELL’EMILIA – ROSSO FRIZZANTE

TERRITORIO: Jano di Scandiano (RE)

VARIETA’: Ottenuto per il 50% da Lambrusco Grasparossa, il 35% da Lambrusco Maestri e per il restante 15% da Malbo Gentile.

CARATTERISTICHE DEL VIGNETO:

  • Altitudine:200 mt. s.l.m.
  • Natura del suolo: arenarie, marne, gesso, argille
  • Sistema di allevamento: Cordone speronato e Guyot
  • Età del vigneto: da 3 a 12 anni
  • Resa uva per ettaro: da 85 a 95 quintali
  • Vendemmia: fine settembre

GRADAZIONE ALCOLICA:  11% vol.

Descrizione

VINIFICAZIONE:

  • I Lambruschi che compongono il “Ficcanaso” vengono raccolti e vinificati tutti insieme.
  • Al momento della vendemmia ognuno ha quindi un diverso grado di maturazione: in questo modo ogni vitigno conferisce i propri aromi primari, le note mature e quelle fresche di acidità, sfruttando al meglio le singole peculiarità.
  • La notevole percentuale di Lambrusco Grasparossa e di Malbo Gentile dona a questo vino un intenso fruttato sia al naso che in bocca, rivelando piacevoli note aromatiche di fragola, prugna e ciliegia, mentre il lambrusco Maestri contribuisce a mantenere la struttura e l’acidità necessarie a rendere questo vino armonico ed equilibrato.

SPUMANTIZZAZIONE:
Metodo “Charmat”: la seconda fermentazione, per la presa di spuma, avviene in autoclave fino al raggiungimento della pressione desiderata, poi il vino viene lasciato riposare sui lieviti per un mese circa al fine di ottenere una buona struttura e una complessità di aromi primari e secondari.

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE:

  • Vino frizzante che si presenta di un bel colore rosso porpora intenso e brillante, con una invitante spuma rosa.
  • All’olfatto presenta vivaci note di frutta rossa quali prugna, ciliegia, e fragola.
  • Al palato oltre ai sentori fruttati, si percepisce una buona freschezza unita a un leggero tannino e un finale morbido che lo rendono un vino ben strutturato ed equilibrato.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 15° C

ABBINAMENTI:
Ottimo con i salumi, i primi piatti e i bolliti tipici della cucina emiliana.